Credito d’imposta formazione 4.0

La misura è volta a sostenere le imprese nel processo di trasformazione tecnologica e digitale creando o consolidando le competenze nelle tecnologie abilitanti necessarie a realizzare il paradigma 4.0.

Tra le forme di finanziamento per la formazione più rilevanti a livello nazionale si colloca “Formazione 4.0”. Si tratta di una delle misure inserite dal governo nel piano “Industria 4.0”. Questa misura prevede che una percentuale delle spese sostenute per la formazione siano restituiti all’azienda sotto forma di credito di imposta.

Quali sono gli obiettivi e come funziona?

Formazione 4.0” ha come obiettivo il sostegno alle imprese nell’avanzamento del processo di trasformazione tecnologica e digitale delle stesse. Lo scopo principale è quello di creare e consolidare le competenze nelle tecnologie abilitanti incluse nel piano “Transizione 4.0” varato dal Ministero dello Sviluppo Economico quale primo mattone su cui si fonda il Recovery Fund italiano.
I destinatari sono tutte le imprese presenti sul territorio italiano indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime contabile.
Sono ammissibili al credito d’imposta le seguenti spese, legate a servizi erogabili da MIP Consulting, inerenti i seguenti costi:

  • costi di consulenza inerenti al progetto
  • costi dei docenti
  • costi del personale aziendale che effettua la formazione

Sono ammissibili anche le eventuali spese relative al personale dipendente ordinariamente occupato in uno degli ambiti aziendali individuati nell’allegato A della legge n. 205 del 2017 e che partecipi in veste di docente o tutor alle attività di formazione ammissibili.

Quali corsi di formazione sono attivabili?

In “Formazione 4.0” sono inclusi molti corsi presenti nel catalogo di MIP Consulting, di cui presentiamo questo riassunto a titolo esemplificativo:

Articoli correlati

Smart Green Pass check-in per la tua Azienda

Gestisci in maniera semplice e professionale gli accessi dei dipendenti e dei visitatori grazie al nostro sistema che tutela la privacy e garantisce la piena conformità alle ultime direttive nazionali per la prevenzione della diffusione del COVID-19.

Leggi tutto »

Mobility Manager: la nuova figura aziendale per promuovere forme di mobilità sostenibili

Il mobility management è l’insieme delle iniziative che ciascun Ente, sia pubblico che privato, pone in essere per gestire la mobilità dei propri lavoratori, con particolare attenzione agli spostamenti sistematici casa-lavoro-casa. Figura di riferimento per l’implementazione delle suddette iniziative è il mobility manager la cui attività è volta a promuovere forme di mobilità sostenibili, da un punto di vista ambientale, economico e sociale, e il conseguente cambiamento degli atteggiamenti e delle abitudini degli utenti.

Leggi tutto »

Condividi questo articolo.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
error: Il contenuto e protetto.