Obbligo per tutte le aziende di redigere il rapporto sulla parità di genere

Nel 2022 è stato esteso l’obbligo di redigere entro il 30 settembre 2022 il rapporto biennale sulla situazione del personale aziendale, sia femminile sia maschile, alle imprese pubbliche e private che superano i 50 dipendenti. Al momento della presentazione della domanda di partecipazione ad una gara o di un'offerta sarà infatti obbligatorio allegare anche la copia dell’ultimo rapporto sulla parità di genere, pena l’esclusione dalla gara o dell’offerta stessa.

normativa vigente per aziende con >50 dipendenti

Nel 2022 è stato esteso l’obbligo di redigere entro il 30 settembre 2022 il rapporto biennale sulla situazione del personale aziendale, sia femminile sia maschile, alle imprese pubbliche e private che superano i 50 dipendenti.
Al momento della presentazione della domanda di partecipazione ad una gara o di un’offerta sarà infatti obbligatorio allegare anche la copia dell’ultimo rapporto sulla parità di genere, pena l’esclusione dalla gara o dell’offerta stessa.

normativa vigente per aziende <50 dipendenti

Per tutte le aziende che impiegano dai 15 ai 50 dipendenti è richiesta la consegna, entro 6 mesi dalla conclusione del contratto, di una “relazione di genere” che abbia contenuti omologhi al rapporto biennale. La sanzione per la mancata presentazione consiste nell’impedire per i successivi 12 mesi alla società inadempiente di ricevere investimenti pubblici finanziati.

In generale le aziende sotto i 50 dipendenti possono di redigere tale rapporto per accedere a riduzioni contributive e a bandi di gara.

il nostro supporto

MIP Consulting è a disposizione per un assessment gratuito e calcolo dello score preliminare, sulla base della norma PdR Uni 125/2022, che regola la certificazione della parità di genere.

Cosa aspetti?

Contattaci via e-mail a info@mipconsulting.it oppure chiamaci al +39 0142 435147 

Articoli correlati

Condividi questo articolo.

Facebook
Twitter
LinkedIn
error: Il contenuto e protetto.